Sito turistico ufficiale della Città di San Benedetto del Tronto

[language-switcher]

Lungomare

Il lungomare di San Benedetto del Tronto, progettato nel 1932, è una delle principali attrazioni della città, estendendosi per 4 chilometri lungo la costa.

Il lungomare di San Benedetto del Tronto, progettato nel 1932, è una delle principali attrazioni della città, estendendosi per 4 chilometri lungo la costa. Con una vegetazione rigogliosa che include migliaia di palme e numerosi giardini tematici, il lungomare offre un’esperienza unica. Nel 2007, è stato completato il lungomare sud, trasformato in un parco naturalistico con dieci giardini tematici che offrono bellezza e suggestione.

Tra le attrazioni del lungomare vi sono eleganti isole relax, una pista ciclabile, campi da tennis, fontane, giochi d’acqua e spazi dedicati ai bambini. Il porto turistico, uno dei più importanti d’Italia per la quantità di pescato e dimensione della flottiglia, arricchisce ulteriormente l’offerta turistica della città.

San Benedetto del Tronto ha visto riconoscere la sua vocazione turistica negli ultimi decenni dell’Ottocento, con la nascita delle prime strutture alberghiere e del primo stabilimento balneare. Nel 1931, l’ingegnere Luigi Onorati fu incaricato di abbellire l’area ferroviaria adiacente all’attuale viale Secondo Moretti. Il viale a mare, oggi viale Buozzi, inaugurato nel 1932, era largo 30 metri e fu considerato spropositato all’epoca. Nella zona sud dei giardini pubblici furono costruite strutture ricreative, tra cui due campi da tennis, una pista da ballo e skating, e la Palazzina Azzurra, sede del Circolo Forestieri e del Club del Tennis.

La riqualificazione del lungomare ha portato alla creazione di giardini esotici, come quelli degli agrumi, delle piante officinali, delle vele, di campagna e multisensoriale, che si aggiungono ai giardini del primo tratto: delle rose, umido, arido, delle palme e mediterraneo. Il percorso ciclabile, ben distinto dal resto della passeggiata, ha un andamento sinuoso per favorire i pedoni. Lo spazio pedonale è stato ampliato e la vecchia aiuola centrale trasformata in un salvagente pedonale alberato.

L’intero progetto è stato realizzato dall’architetto Davarpanah Farnush del settore “Progettazione opere pubbliche” del Comune di San Benedetto del Tronto.

PROSSIMI EVENTI

Skip to content